Al Castello della Rancia ritorna la guarnigione dei Da Varano nella Notte europea dei musei

Al Castello della Rancia ritorna la guarnigione dei Da Varano  nella Notte europea dei musei
Una notte al Castello della Rancia. L'antica fortezza di Tolentino si prepara a ritornare al Medioevo sabato 16 maggio dalle ore 21.00 a mezzanotte in occasione dell'edizione 2015 della Notte europea dei musei. Meridiana cooperativa sociale, l'associazione Ferreo core di Civitanova Marche e il Comune di Tolentino attendono i visitatori per una coinvolgente rievocazione della fortezza medievale con oltre 30 rievocatori che faranno rivivere sui camminamenti, tra i merli e nelle stanze del castello la guarnigione di Rodolfo II Da Varano, colui che nel lontano 1353 decise di trasformare il Castello della Rancia da una fattoria fortificata in una fortezza vera e propria. 
 
In un'atmosfera suggestiva i visitatori potranno andare alla scoperta di ogni angolo dell'imponente struttura dalla prigione al mastio, dalle logge alle stanze del castellano. E in ogni angolo troveranno i soldati dei Da Varano impegnati a difendere la fortezza dagli attacchi dei masnadieri inviati dai signori nemici. È l'alba dei mestieri delle armi, dei giochi di potere, ma anche di un affascinante tempo in cui il coraggio, l'onore, la cultura e l'arte ebbero uno sviluppo straordinario e di cui il Castello della Rancia è straordinario testimone. 
 
L'ingresso alla struttura è di 4 euro. Per ulteriori informazioni: tolentinomusei@meridiana.mc.it oppure 0733.973349. 
Una notte al Castello della Rancia. L'antica fortezza di Tolentino si prepara a ritornare al Medioevo sabato 16 maggio dalle ore 21.00 a mezzanotte in occasione dell'edizione 2015 della Notte europea dei musei. Meridiana cooperativa sociale, l'associazione Ferreo core di Civitanova Marche e il Comune di Tolentino attendono i visitatori per una coinvolgente rievocazione della fortezza medievale con oltre 30 rievocatori che faranno rivivere sui camminamenti, tra i merli e nelle stanze del castello la guarnigi