"Warum?". Biumor si interroga sul perché della Grande Guerra

A cento anni dall'inizio della Grande Guerra, Biumor si pone la domanda “Warum Krieg?”, “Perché la guerra?” e lo fa attraverso intellettuali di spicco in sei appuntamenti che avranno luogo Tolentino fra ottobre e dicembre. È questo il secondo ciclo di conferenze della cornice BIUMOR, la Biennale tutto l'anno, voluta dall'amministrazione comunale di Tolentino e dal direttore artistico Evio Hermas Ercoli e che prosegue fino a fine anno dopo gli eventi di marzo, la mostra sulle cartografie umoristiche, gli eventi di luglio e le giornate di Popsophia di agosto. La domanda “Warum krieg” nasce dal carteggio fra Freud ed Einstein sulle reali ragioni che nell'estate del 1914 scatenarono una delle più terrificanti tragedie di tutti i tempi. Biumor 2014 è una delle prime iniziative culturali italiane a indagare l'anniversario della Grande Guerra e lo fa, come al solito, con gli occhiali dell'umorismo e della satira. 
 
Si parte l’8 ottobre con la conferenza del professor Enzo Calcaterra dal titolo “Dal Chienti al Piave. Tolentino 1912-1915”, in programma alle ore 17 presso Auditorium della Biblioteca Filelfica. Il secondo appuntamento, il 28 ottobre alle ore 17, sarà una visita guidata al Museo dell’Umorismo di Tolentino dal titolo “Dimore storiche e museo diffuso della nostra Regione”, con partenza dalla Sala Mari di Palazzo Sangallo. Il 4 novembre BIUMOR torna all’Auditorium della Biblioteca Filelfica dove, dalle ore 17, Emanuela Sansoni parlerà di “Filippo Corridoni, lettere alla madre”, accompagnata da musica commemorativa e voce narrante di Piergiorgio Pietroni. Gli appuntamenti che BIUMOR dedicherà alla guerra mondiale continueranno a palazzo Sangallo il 15 novembre, nuovamente alle ore 17, con un incontro tenuto da Evio Hermas Ercoli su “Miti e riti della Vittoria. Mussolini e la mistica fascista tra Tolentino e Corridonia”.
 
Il quinto evento di Biumor si svolgerà il 22 novembre, alle ore 17 presso la Sala Mari di Palazzo Sangallo con l’intervento di Luca Guazzati su “La massoneria e la grande Guerra”. Infine, l’ultimo appuntamento del 19 dicembre, che manterrà la medesima location il medesimo orario del precedente, vedrà la proiezione del film “Joyeux Noël, un Natale da dimenticare” a cui seguirà un intervento di Cesare Catà.
 
Gli eventi di Biumor sono organizzati in collaborazione con l'Unitre di Tolentino, l'Istituto Filelfo, la biblioteca Filelfica e l'ufficio scolastico provinciale che attribuirà crediti formativi ai docenti che partecipano agli incontri.
 
Per ulteriori informazioni: www.biennaleumorismo.it

News

 Alchimie al Castello della Rancia
Tutto pronto per la serata dedicata agli innamorati, al Castello della Rancia di Tolentino, Alchimie d'Amore con cena e intrattenimento  
Visita rimandata Gran Tour Cultura
Castello concesso ad iniziativa di raccolta fondi per il terremoto Gran Tour Cultura, rinviata al 17 febbraio la seconda giornata di visite poiché il 10 febbraio il Castello è stato concesso ad un'iniziativa di raccolta fondi per il terremoto.
Marche fuori dal comune
A gennaio e febbraio 2018 arriva il Gran Tour cultura 2017 Marche fuori dal Comune
Anno domini Castello della Rancia
Presentato alla stampa l'evento di fine anno al Castello della Rancia, l'articolo di Cronache Maceratesi Anno Domini 2018 alla corte della Rancia, il Comune di Tolentino, Meridiana Cooperativa Sociale e Eventi Diversi, hanno presentato alla stampa locale, l'appuntamento della notte di San Silvestro. Il popolare e seguitissimo giornale online, Cronache Maceratesi, ha pubblicato un esaustivo resoconto dell'incontro.
Cena Medievale di fine anno al Castello della Rancia
Meridiana Cooperativa Sociale e la Eventi Diversi, con il patrocinio del Comune di Tolentino,  hanno ideato un Evento che ci porterà indietro nel tempo esattamente nel XIV secolo facendoci sentire, per la serata di fine Anno, come all’interno di una novella del tempo dove ognuno sarà protagonista. La serata “Anno Domini 2018 alla Corte della Rancia” propone, quindi, un Evento per festeggiare il Capodanno in Stile Medievale dove il Castello di Tolentino e il Suo Territorio diventano ideale scenografia culturale e d’ambientazione.
Incantevole Castello, suggestiva meta d'autunno
Novembre, con i suoi caldi colori d’autunno, vi invita ad una piacevole visita al Castello della Rancia a Tolentino
Castello Aperto
Castello della Rancia di nuovo aperto e fruibile dai vistatori
Chiusura odierna per attività organizzazione evento
Ci scusiamo con i visitatori e appassionati, il Castello della Rancia, rimarrà nella giornata di oggi, giovedì 2 novembre 2017, chiuso per operazioni di ripristino.
casper, gran finale con Mecò e i belli dentro
Finale imperdibile oggi al Castello della Rancia di Tolentino, Casper chiude con Mecò, il clan dei  belli dentro, una cena a buffet e dj set
Castello della Rancia, emozioni uniche
Immerso nel verde del centro Marche, tra le dolci, verdi colline della provincia di Macerata, il Castello della Rancia di Tolentino regala emozioni uniche Regalatevi un week end in una terra di grande generosità, rigogliosa e invitante. I colori delle stagioni, esaltano, durante l'intero anno, l'architettura di questo gioiello storico. La bellezza del paesaggio e le tante iniziative dei paesi limitrofi, riempiranno le ore del vostro soggiorno marchigiano. All'interno della struttura, dal 2000, viene ospitato il Museo Civico Archeologico “Aristide Gentiloni Silverj.

Pagine