Popsophia e Biumor presentano "Pannaggi: dal futurismo alla caricatura"

Popsophia e Biumor presentano "Pannaggi: dal futurismo alla caricatura" al Miumor
Torna la caricatura e torna il Futurismo al Museo dell’Umorismo di Tolentino. Mercoledì 27 aprile, alle ore 17, nella Sala Mari di Palazzo Sangallo protagonista sarà l’opera di Ivo Pannaggi, l’artista maceratese che nel suo poliedrico percorso artistico ha incrociato anche la caricatura, genere che il direttore artistico di Biumor Evio Hermas Ercoli ha fortemente voluto riportare a Tolentino dopo anni di assenza.
 
Dopo i manichini di Fortunato Depero, la pop filosofia di Biumor torna sui sentieri del secondo Futurismo delle arti applicate attraverso le opere del Pannaggi. La rara e originalissima collezione di caricature già parte del Museo dell’Umorismo, tra cui le memorabili fatte all’attore Buster Keaton, al precursore del Futurismo Tommaso Marinetti e a sé stesso, faranno da sfondo all’incontro coordinato da Mirella Valentini, presidentessa dell’UniTRe.
 
Il Museo metterà a disposizione tutte le opere e il materiale fotografico della creatività dell’artista e la sua parabola artistica sarà descritta dai meravigliosi video di Stefano Lucinato su concessione dell’Accademia di Belle Arti di Macerata; infine, sarà compito di Giorgio Leggi fare da Cicerone lungo il percorso artistico di Ivo Pannaggi caricaturista.
 
Per l’occasione a Palazzo Sangallo sarà esposto su concessione della Fondazione Carima il bozzetto del costume di “Condannato alla macchina 4k”, della collezione del Museo Palazzo Ricci. Il lavoro doveva far parte della serie di bozzetti ad acquerello dipinti dal pittore per le scene e i costumi del dramma di Ruggero Vasari “L’Angoscia delle Macchine”.