Castello della Rancia

Foto di Stefano Leoperdi




A metà strada tra il mare Adriatico e i monti Sibillini , lungo la via Lauretana, ecco il Castello della Rancia, un luogo incantevole che vi farà sognare. Probabilmente il termine "Rancia" è una corruzione della parola grancia, ovvero granaio, dal francese grange, mutuato dal latino granica, nome che i Camaldolesi e altri ordini monastici danno alle loro fattorie fortificate.

Costruito come fattoria fortificata nella metà dell'XI secolo il Castello della Rancia era inizialmente una sorta di casa-torre con strutture autonome per la difesa delle derrate agricole. Il maniero viene ampliato e adattato nel XIV secolo (1352-1355) per volontà di Rodolfo II da Varano, senza perdere la sua funzione originaria, e utilizzato come dimora signorile. Ricopre un ruolo primario nelle vicende storiche del luogo fino alla metà del XVI secolo e nel 1581, gestito dai Gesuiti, ritorna ad essere casa colonica e deposito alimentare a seguito della pacifica dominazione della Chiesa. In seguito alla soppressione della Compagnia di Gesù, disposta dal papa Clemente XIV nel 1773, la proprietà del castello passa alla Camera Apostolica che nel 1829 lo vende al nobile casato dei marchesi Bandini, ora principi Giustiniani Bandini.

Date importanti da ricordare sono il 2 e il 3 maggio del 1815, giorni della furibonda battaglia detta "della Rancia" o di "Tolentino" quando l'intera zona diventa campo di scontro tra l'esercito francese di Gioacchino Murat, re di Napoli e cognato di Napoleone, e le truppe austriache del generale Federico Bianchi. L'importanza di quest'evento nella storia d'Italia è tale da essere ritenuto l'esordio del Risorgimento italiano. Nel corso dei secoli, al Castello della Rancia si sono soffermati personaggi illustri come Braccio da Montone, Francesco Sforza. Tra questi, anche Papa Pio VI, la cui sosta al castello venne celebrata dal marchese Bandini nel 1782 con la costruzione di un arco trionfale situato a pochi metri dal castello e che ancora oggi è visibile lungo la Strada Statale 77.

Attualmente è di proprietà del Comune di Tolentino e dal luglio del 2000 ospita il Museo Civico Archeologico “Aristide Gentiloni Silverj”.
 
Tutto pronto per la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo
"Il giovane favoloso" ti porta nei musei di Tolentino. Dal 6 di ottobre e fino al 31 dicembre 2014 potrai visitare il Castello della Rancia, Palazzo Parisani Bezzi e il Museo Internazionale dell'Umorismo nell'Arte con ingresso ridotto presentando il biglietto della proiezione del film che racconta lo staordinario genio di Giacomo Leopardi.
Organizzare un evento nelle nostre strutture
Le strutture museali di Tolentino non sono solamente dei musei, ma anche delle location esclusive ideali per organizzare eventi pubblici e privati, convengi, congressi, conferenze stampa e incontri.
Questo weekend ritorna l'evento sposi al Castello della Rancia
Ritorna l'Evento Sposi al Castello della Rancia. Anche quest'anno le sale del castello saranno il romantico sfondo dell'ormai tradizionale esposizione di abbigliamento e accessori da matrimonio.
Dal 1 Ottobre entra in vigore l'orario invernale
Dopo una meravigliosa estate in cui i Musei Civici di Tolentino hanno accolto migliaia di visitatori, dal 1 Ottobre (e fino al 30 Aprile) entra in vigore l'orario invernale per il Castello della Rancia, il Palazzo Parisani Bezzi e il Museo Internazionale dell'Umorismo nell'Arte.
Nei suoi oltre 700 anni di storia, il Castello della Rancia è stato testimone silenzioso di infiniti amori. Oggi è lo sfondo romantico di molti matrimoni che ogni anno si svolgono qui. Il Castello, infatti, può essere messo a disposizione dal Comune di Tolentino agli sposi che desiderano unire le loro vite all'ombra del Mastio.
Il Castello della Rancia è anche una location esclusiva, ideale per organizzare eventi pubblici e privati, convengi, congressi, conferenze stampa e incontri. Per la convegnistica è disponibile l'Auditorium "Roberto Massi Gentiloni Silverj".
Sabato 20 e domenica 21 settembre il Castello della Rancia accoglierà gratuitamente tutti i visitatori che verranno accompagnati dai propri animali da compagnia
laboratori didattici scuola attività
Il Sistema Museale della Provincia di Macerata ha pubblicato la nuova guida ai laboratori di didattica museale rivolti alle scuole dell'intero territorio marchigiano e non solo.
Il Castello della Rancia ospita Popsophia con il festival #oppureridi dove la filosofia si interroga sulla capacità tutta umana del riso attraverso l’analisi dei fenomeni pop della società di massa, dalle sit-com ai film, dai social network alle canzonette. Scarica qui il programma completo.
Il Castello della Rancia ha una nuovissima mappa che guiderà i turisti (e non solo) tra le stanze di questo luogo meraviglioso.

Pagine